Page images
PDF
EPUB

DANTE

E

LA LIBERTÀ MODERNA

[ocr errors][ocr errors]

DANTE

E

LA LIBERTA MODERNA

PER

LUIGI MARII

D. C. D. G.

À voce più ch'al ver drizzan li volti;

E così ferman loro opinione,
Prima ch'arte o ragion per lor s'ascolti.

PURG: XXVI. 121

NAPOLI
STAMPERIA E CARTIERE DEL FIBRENO
Strada Trinità Maggiore n.° 26

1865

[blocks in formation]

AL LETTORE

Onde l'autore si sia mosso a scrivere questo libro

Ecco come venni nel pensiero di scrivere questo libro. Da un pezzo or qua or là si udiva sentenziare da qualche libero pensante, e da un servo gregge ripetere, che Dante era liberale e padre de liberali. Ma non appena questi ebbero scacciati d'Italia gli antichi signori, che la regnavano, e se n'ebbero recato il freng nelle mani, che quella voce fievole prima e ristretta entro angusto spazio ingagliardi e si diffuse per modo che suonò alto dall'un capo all'altro del bel paese. Ed a coloro, che abborrivano quell'impresa, e la tenevano per pazza ed ingiusta , diceva la fazione trionfatrice, « sé non aver fatto altro che recare in atto l'idea e il desiderio de’più grandi italiani, massimamente dell'Alighieri; che però anzichè biasimo ed infamia meritavano essi, per l'opera mirabile, e lode e gloria). Avvisando che per tal via riuscirebbero a calmare gli animi commossi, e a

« PreviousContinue »